Baguette Panito di Probios: ricetta e recensione.

In questo articolo recensiamo il secondo prodotto Panito della Probios: la baguette.

Come già detto nella recensione della focaccia, l’azienda toscana ha selezionato Nonsologlutine per effettuare dei test in anteprima sulla nuova linea del pane senza glutine denominata Panito.

Questa baguette ha una caratteristica che gioca a suo favore: la capacità di mantenersi croccante all’esterno e soffice dentro per molto tempo dopo essere stata riscaldata per 5 minuti nel forno a 200°.

Anche in questa prova si è deciso di realizzare una farcitura vegetariana, utilizzando prodotti di alto profilo qualitativo legati al territorio.

Di seguito sono descritti gli ingredienti utilizzati e le procedure da seguire.

BAGUETTE CON BOCCONCINI DI ZUCCHINE, SALSA AI PEPERONI E POMODORO S.MARZANO DOP

2 zucchine

1 uovo

2 cucchiai di pecorino semi-stagionato grattugiato

3 cucchiai di farina di riso

1 peperone dolce

120 gr di burro

50 g di fecola di patate

500 ml di latte

2 cucchiai di Parmigiano Reggiano grattugiato

Pomodori secchi sott’olio S. Marzano DOP

Foglie fresche di valeriana

Menta

Prezzemolo

Sale

Pepe

 

Preparazione bocconcini di zucchine

Preparare una julienne di zucchine e riporla in una ciotola. Aggiungere l’uovo, il pecorino grattugiato, il sale e il pepe. Mescolare e aggiungere un po’ alla volta la farina. Amalgamare il tutto fino a renderlo omogeneo e denso.

Prelevare l’impasto con un cucchiaio e friggerlo in una padella con abbondante olio extravergine di oliva.

Dorare su ambo i lati e far asciugare su carta assorbente.

Preparazione della salsa ai peperoni

Arrostire leggermente il peperone e riporlo, ancora caldo, in una busta per uso alimentare fino al raffreddamento. Una volta freddo, eliminare la pelle e i semi del peperone. In un tegame sciogliere 50gr di burro a fuoco lento ed aggiungere la polpa del peperone precedentemente frullata. Far cuocere per alcuni minuti avendo cura di girare di tanto in tanto. Aggiungere il restante burro, facendolo sciogliere, la fecola di patate e il latte a poco a poco. Cuocere fino ad ottenere un composto cremoso. A fuoco spento, versare nel tegame il parmigiano reggiano e salare quanto basta.

Composizione della baguette

Scaldare la baguette nel forno a 200gradi per 5 minuti.

All’uscita, dopo averla fatta raffreddare, aprire in due la baguette e riporre uno strato di valeriana sulla parte inferiore. Stendere uno strato di crema ai peperoni dolci. Aggiungere alcuni bocconcini di zucchine e completare con la julienne di pomodori secchi.

Buon Appetito!

La birra nei dolci: birramisù alla liquirizia

birramisù2

Sempre più spesso, quando si parla di birra artigianale, si fa riferimento ai possibili abbinamenti con il cibo, mettendo in evidenza le tante affinità con piatti della ristorazione. Nel proporre i possibili abbinamenti, uno di quelli che stuzzica maggiormente la curiosità è di certo quello tra la birra e i dolci, un binomio impensabile per chi non ha mai avuto la possibilità di apprezzare la qualità delle birre artigianali.

Per questa ricetta sono voluto andare oltre il classico abbinamento, usando la birra come ingrediente di un dolce familiare a tutti: il tiramisù. In questo caso possiamo parlare di un vero e proprio “birramisù”.

birramisù1

Per questo birramisù ho utilizzato la Dark di Green’s in sostituzione del caffè, apportando ulteriori modifiche anche nella crema, per la realizzazione della quale ho sostituito i classici ingredienti (mascarpone, uova e zucchero) con ricotta di pecora e zucchero, preparandoli come in genere si fa per il ripieno dei cannoli siciliani.

liquirizia pura

Altra variante è stata quella relativa all’utilizzo della liquirizia pura grattugiata in sostituzione del classico cacao amaro in polvere.

L’affinità tra la liquirizia pura e la Dark, birra di punta di Green’s, è perfetta: la birra inglese prodotta in Belgio, che viene realizzata utilizzando una percentuale di malto d’orzo tostato, ha tra i suoi sentori principali proprio la liquirizia, il cacao e il caffè.

Il birramisù alla liquirizia e la Dark si esaltano a vicenda e concorrono insieme alla realizzazione di una esperienza sensoriale davvero unica. Provare per credere!

Cheers

Probios e le procedure di controllo

logo_probios_alimentibiologici_TRASP

Nei giorni scorsi ho pubblicato la recensione della nuova focaccia della linea Panito di Probios, un prodotto davvero molto interessante che avevo farcito con hamburger di borlotti, cipolla ramata e zucca.

Il caso ha voluto che in concomitanza di tale pubblicazione ci sono stati dei servizi giornalistici che hanno messo in evidenza il problema di un prodotto Probios commercializzato senza lattosio ma che in realtà lo conteneva tra i propri ingredienti.

In seguito a questa notizia, ho ricevuto diverse richieste di chiarimento sul prodotto senza glutine che ho recensito. Ho quindi contattato i responsabili di Probios per avere delucidazioni sui controlli che vengono effettuati sui prodotti da loro commercializzati, ottenendo rassicurazioni in merito a quelli da me recensiti. Ho ricevuto anche il comunicato stampa con il quale l’azienda ha messo a conoscenza delle attività di controllo messe in atto dopo la scoperta del prodotto incriminato.

Riporto di seguito uno stralcio del comunicato:

La Probios, società leader nella commercializzazione di prodotti biologici e per intolleranze alimentari, ha comunicato oggi di aver definitivamente ritirato dal mercato due tipologie di biscotti destinate a persone intolleranti o allergiche al latte e ai suoi derivati, Il Bisfarro e il Biskamut. L’operazione di ritiro è stata decisa in via cautelativa e a tutela della salute dei consumatori, dopo una segnalazione pervenuta ai vertici dell’azienda – e ripresa da alcuni organi di stampa – della presenza sugli scaffali di lotti contaminati con latte. La Società, che ha sede a Campi Bisenzio (in provincia di Firenze), ha inoltre chiuso ogni rapporto con la Società produttrice (la Quality Bio con sede a Udine), riservandosi di intraprendere nei suoi confronti le azioni legali necessarie.

“Il rigore di Probios nei propri sistemi di controllo della qualità dei prodotti distribuiti è da sempre un nostro vanto”, ha dichiarato Fernando Favilli, Presidente e Amministratore Delegato della Società. “Nonostante questo, abbiamo deciso ora di rendere ulteriormente stringenti i requisiti di selezione dei nostri produttori partner e di mettere in atto nuove, più rigorose procedure di controllo”.

Questa la nota ufficiale rilasciata dalla società toscana specializzata in prodotti biologici.

L’augurio è che i controlli siano sempre più efficaci sui prodotti che vengono pubblicizzati per le loro caratteristiche di assenza di allergeni. Offrire la massima garanzia ai consumatori che sono obbligati a mangiare questo tipo di prodotti è un dovere da parte delle aziende produttrici. Il gusto è importante, ma senza la sicurezza alimentare non ha senso parlare di tutto il resto. Confido nei 35 anni di storia di Probios per cancellare ogni ombra dalle produzioni dell’azienda toscana.