Nasce l’Associazione Degustatori Birra Senza Glutine

Il 6 maggio è nata l’Associazione Degustatori Birra Senza Glutine.

A Roma, in occasione dell’Italia Beer Festival (IBF), si è tenuto il primo laboratorio di degustazione di birre senza glutine e in quel contesto è stata presentata l’ADB Senza Glutine. Alla presenza di Paolo Polli (Presidente ADB), del direttivo nazionale ADB, della delegazione di ADB Lazio con in testa il Presidente Francesco Stefanelli, e di tutti gli iscritti al laboratorio di degustazione, ha visto la luce questa iniziativa nata dalla collaborazione tra il sottoscritto e Paolo Polli. L’evento romano è stato davvero il primo grande passo verso quella che fino a poco tempo fa sembrava essere una utopia: l’apertura di un evento dedicato alla birra artigianale al mondo della birra senza glutine.

L’ADB Senza Glutine nasce con la finalità di educare al consumo della birra senza glutine ed alla sua degustazione ed è altresì impegnata nell’organizzazione di manifestazioni relative alla degustazione e alla produzione della birra artigianale senza glutine. Pertanto l’impegno sarà certamente notevole su tutto il territorio nazionale, ma allo stesso tempo sarà uno stimolo importante per poter affiancare questo blog nella diffusione e lo sviluppo della birra senza glutine.

Il successo dell’iniziativa lo si è visto il giorno precedente al laboratorio, fissato per il pomeriggio di domenica 6 maggio. Il sabato sera, infatti, siamo stati letterarmente assaliti da persone che erano venuti a degustare birre senza glutine e con grande rammarico abbiamo dovuto dire loro che il laboratorio era previsto solo per il giorno dopo. Questi segnali lasciano intuire che il percorso di avvicinamente alla birra senza glutine di qualità che abbiamo intrapreso è la strada giusta per poter dare la possibilità a chi, per scelta o per necessità, vuole bere senza glutine.

Durante il laboratorio, dopo la presentazione dell’associazione e delle future iniziative, è stato fatto un viaggio attraverso il mondo della celiachia e delle materie prime utilizzabili nella produzione della birra senza glutine. Poi c’è stata la vera e propria degustazione con tre birre dei birrifici Green’s e Il Birrino (unico italiano a produrre birra artigianale senza glutine di qualità). La soddisfazione maggiore è stata quella di aver appurato che le birre degustate non solo sono buone, ma che soprattutto possono incontrare il favore di tutti, non solo di coloro che devono bere senza glutine.

Passando ai ringraziamenti, oltre a tutti coloro che sono stati presenti al laboratorio, sento la necessità di ricordare i membri di un gruppo facebook che ha contribuito notevolmente alla diffusione dell’iniziativa romana e mi ha sostenuto durante le giornate di attività all’interno dell’IBF: i “Celiaci & Alcoliaci”. Contrariamente al nome che si sono dati, sono persone che non corrono dietro l’alcool, ma sono dei veri amanti del bere bene e posso garantire che gran parte di questi si fermano ad un bicchiere di birra. Questo gruppo è composto da persone che sono concentrate soprattutto in tre regioni diverse del nostro stivale: lazio, lombardia e sardegna. I laziali sono stati eccezionali con la loro presenza fisica, i lombardi hanno sostenuto virtualmente l’iniziativa e i sardi hanno mandano una delegazione a Roma. Ringrazio davvero con tutto il cuore questi fantastici ragazzi.

Ora mi aspettano nuove iniziative, senza tralasciare, ma semmai incrementando, l’azione di stimolo alla produzione di birre artigianale senza glutine attraverso le pagine di questo blog.

A presto

2 pensieri riguardo “Nasce l’Associazione Degustatori Birra Senza Glutine

  • 13 maggio 2012 in 16:09
    Permalink

    Grazie Alfonso per la tua scelta e il tuo impegno!
    Vorrei ringraziare anche Isabella e Vincenzo Rimola del punto vendita specializzato FUORI DI GLUTINE di Roma per il loro prezioso contributo durante il laboratorio GF e per aver offerto all’IBF 24 bottiglie di birra GREEN’S in omaggio.
    Ci vediamo all’IBF di Monza?

    Risposta
    • 13 maggio 2012 in 16:47
      Permalink

      Ringrazio con affetto Vincenzo e Isabella, non solo per le birre e il tempo dedicato alla manifestazione, ma soprattutto per la competenza che mettono nel loro lavoro. A questo punto Monza diventa una tappa quasi obbligata e mi auguro una presenza forte durante i tre giorni della manifestazione, anche perchè ci sono delle novità importanti in arrivo.

      Risposta

Rispondi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: