Perchè NSG

 Nonsologlutine nasce con lo scopo di essere una finestra attraverso la quale è possibile guardare al mondo dell’alimentazione senza glutine da una prospettiva diversa.

Spesso si associa il cibo senza glutine alla celiachia, ma questo avviene soprattutto per la scarsa conoscenza della materia e ci si sofferma all’accostamento più comodo per tutti coloro che non amano approfondire l’argomento.

Gli alimenti senza glutine non sono “per celiaci”, ma sono alimenti all’interno dei quali non c’è una proteina, il glutine, che ad alcune persone porta intolleranza e sensibilità, ma non per questo sono destinati esclusivamente al mondo della celiachia, anzi tutti mangiano senza glutine più spesso di quanto si pensi, forse bisognerebbe solo farglielo sapere. 

Se entrate in un ristorante ed ordinate per antipasto un’insalata di mare o magari delle verdure arrostite, per non dire un classico prosciutto crudo e mozzarella, poi per primo prendete un risotto ai funghi porcini o alla pescatora, per secondo una bistecca ai ferri, un’orata al sale o mozzarella di bufala, magari con un contorno di verdure o patate al forno e per finire una porzione di caprese o di panna cotta, con un’enorme piatto di frutta, avete mangiato tantissimo, forse avete pagato caro il conto, ma soprattutto avete ordinato tutte pietanze senza glutine!!! Si, avete capito bene, tutto quel ben di dio è senza glutine, eppure avete mangiato divinamente e in abbondanza, ma non c’era un solo piatto che contenesse glutine (salvo il caso in cui ci sia stata una contaminazione accidentale). Questo per dire, molto sinteticamente, che mangiare senza glutine è molto più diffuso di quanto si creda e che sicuramente non vuol dire mangiare male e senza gusto.

Mangiare senza glutine può essere una scelta nella direzione di uno stile di vita naturale e sano. Molti cibi trasformati hanno al loro interno la presenza del glutine senza che neppure lo sappiano i consumatori, soprattutto quelli che comprano le cose da mangiare dagli scaffali del supermercato senza leggere l’etichetta.

Nonsologlutine è nato per questo motivo: dimostrare che mangiare (e bere!) senza glutine è un modo sano, genuino e gustoso di alimentarsi.

Ma soprattutto che mangiare e bere senza glutine è buono per tutti!

grani3

2 pensieri riguardo “Perchè NSG

  • 8 novembre 2013 in 13:07
    Permalink

    Ho appena scoperto questa pagina e vedendo quanto fosse interessante non ho esitato a iscrivermi alla newsletter. Sono ancora nuova,ma ho spulciato qua e là vedendo gli argomenti recenti e non.Una cosa di cui vorrei battermi è l’utilizzo poco efficiente dei buoni che ci vengono dati.
    Si,molti blog parlano di prezzi vergognosi,della difficoltà di sedersi ad un tavolo di ristorante senza che le persona di fianco ti riempiano di domande e ti facciano andare di traverso il nostro gustoso piatto senza glutine.
    Ma vorrei che si parlasse dell’uso inefficiente dei buoni: si possono utilizzare in un’unica città, questi maledetti buoni che non possono avere resto e sei costretto a comprare tutto e subito in quel giorno anche se non c’è quello che cerchi e vorresti tornare il giorno dopo con quei 5 euro avanzati dal buono di 20 per comprarti i cornetti che non c’erano il giorno prima. Io viaggio molto spesso e mi trovo ogni mese a stare una settimana fuori e le condizioni per un celiaco sono : o paghi il bagaglio in stiva dove metti solo il tuo mangiare o rifai la spesi a prezzi esorbitanti per una settimana.
    Non lo trovo affatto giusto. Uniamoci anche per questa causa.

    • 8 novembre 2013 in 14:56
      Permalink

      Barbara, la tua osservazione sulla fruibilità del buono è giusta. Poterlo utilizzare in qualsiasi regione italiana aiuterebbe il celiaco nella gestione del proprio quotidiano, liberandolo da viaggi della passione in cui si raddoppia il bagaglio a seguito, anche per un semplice weekend. La gestione dei buoni dovrebbe essere allargata non solo a tutte le regioni, ma anche a tutti i locali commerciali che vendono prodotti senza glutine, soprattutto la grande distribuzione.
      Trovo strano quello che dici rispetto al consumo una tantum del ticket. Credo che sia un problema dell’esercizio a cui ti rivolgi. Io personalmente mi presento in qualsiasi negozio convenzionato, presento la mia tessera sanitaria e compro quello che voglio, mi scalano i prodotti dalla soglia mensile, firmo la ricevuta della merce presa e vado via.
      Ritornando alla causa che vorresti sollevare, mi rendo disponibile a creare le premesse per poter esporre questa problematica a chi di dovere.
      Nonsologlutine è un’Associazione che ha finalità di solidarietà sociale e quindi nel suo DNA c’è la volontà di operare per cause come la tua.
      Ti invito a leggere il nostro Statuto che puoi scaricare alla seguente pagina http://nonsologlutine.it/associazione/
      Scrivimi in privato all’indirizzo alfonso@nonsologlutine.it e troveremo il modo di mettere in moto la macchina.
      A presto

      Alfonso Del Forno

I commenti sono chiusi